Nuove emozioni per cavalieri esperti e neofiti: il trekking a cavallo

“…Questo mondo sprofonderebbe il giorno in cui non producesse più un cavaliere…” La previsione di Michelet è forse un po’ catastrofica, ma, certamente, fare trekking a cavallo è oggi un’attività molto diffusa e in crescita costante, al riparo, quindi, da … previsioni apocalittiche. Andare a cavallo è un’attività che nei secoli passati non costituiva tanto un hobby, quanto un’opportunità di locomozione; il più delle volte si cavalcava al galoppo e, come ci ricordano i film western, le vecchie diligenze spazzavano via la sabbia del “deserto” a tutta velocità. Oggi fare turismo equestre è anche piacere di andare piano. Una giornata di marcia a cavallo corrisponde, mediamente, a mezz’ora, quaranta minuti d’automobile, e muoversi lentamente consente d’apprezzare maggiormente l’ambiente e i dettagli: passeggiare a cavallo diventa così uno dei modi migliori per vivere la natura senza disturbarla. Per tale attività, in Valle d’Aosta sono disponibili numerosi centri equitazione specializzati.